Informazioni introduttive su GrandOrgue

PiteaMHS_mainInformazioni tratte dall’Help del programma

GrandOrgue (in seguito indicato come GO) consente all’utente di suonare organi a canne virtuali (definiti in inglese VPO, Virtual Pipe Organ) attraverso il caricamento e la riproduzione fedele di una varieta’ di set di campioni, che sono compatibili con Hauptwerk (c) Versione 1.

Combinando i singoli suoni delle canne e le modalita’ di funzionamento di un organo “vero” GO e’ in grado di simulare un ampia varieta’ di organi a canne.

Come impostazione predefinita [negli ambienti Windows] il programma carica gli organi dalla sottocartella My Organs della cartella Documenti, ma si possono memorizzare set di campioni anche in una posizione diversa e dove lo spazio lo consente.

Consultando la pagina web https://sourceforge.net/p/ourorgan/samplesets/ e’ possibile ottenere link dove scaricare set di campioni compatibili con GO.

Caratteristiche di GO

  • Uscita ad alta qualita’ con l’hardware supportato
  • Elaborazione interna d’alta precisione per una qualita’ ottimale del suono
  • Software di riverberazione integrato
  • Gestione della polifonia per evitare sovraccarichi della CPU
  • Output a bassa latenza con adeguato supporto hardware
  • Configurazione MIDI facile e veloce, incluso Listen for Event [Ascolta Evento]
  • Lossless compression [Perdita di compressione], che riduce i requisiti RAM fino al 40%
  • Miglioramenti del release dei campioni per un suono realistico
  • Tutte le caratteristiche ed i miglioramenti sono configurabili
  • Caricamento e caching ad alta velocita’ dei set di campioni
  • Salvataggio delle configurazioni per set di campioni o esportazione in files di configurazione

Requisiti

Per tutte le piattaforme:

  • Processore con istruzioni SS3 o compatibili (NOTA: un processore piu’ aggiornato e piu’ veloce consentira’ una maggiore polifonia)
  • Memoria RAM sufficiente per caricare interamente i set di campioni piu’ grandi che si intendono usare. E’ raccomandato un Sistema Operativo a 64 bit per poter supportare set di campioni di grandi dimensioni.
  • Un disco rigido (o altro dispositivo di memorizzazione) con sufficiente spazio per memorizzare i set di campioni. L’utilizzo della cache aumenta lo spazio necessario sul disco.